Articoli

Sii il tuo rifugio

Lunedì 17 dicembre 2018

Sii la tua isola, Ananda, sii il tuo rifugio! Non assumere altro rifugio! L’Insegnamento sia la tua isola; l’Insegnamento sia il tuo rifugio. Non assumere alcun altro rifugio!
E in che modo, Ananda, un monaco assume se stesso come isola, se stesso come rifugio, e senza alcun altro rifugio?
In che modo l’Insegnamento è la sua isola e il suo rifugio e null’altro?
In ciò un monaco dimora praticando la contemplazione del corpo sul corpo… la contemplazione della sensazione sulle sensazioni… la contemplazione della mente sulla mente… la contemplazione dell’oggetto mentale sugli oggetti mentali. Chiaramente comprendendo e mentalmente presente, avendo vinto cupidigia e afflizione, nei riguardi del mondo.
In questo modo, Ananda, un monaco sarà la propria isola e il proprio rifugio, senza alcun altro; in questo modo avrà l’Insegnamento come sua isola e come suo rifugio, e null’altro.
E tutti coloro, Ananda, i quali sia ora sia dopo la mia morte, dimoreranno essendo la loro isola, il loro rifugio, senza alcun altro, avendo l’Insegnamento come isola e rifugio, e null’altro — sono costoro fra i miei bhikkhu che raggiungeranno la somma altezza se addestreranno se stessi con ardore.

Nyanaponika Thera, Il cuore della meditazione buddhista, Ubaldini Astrolabio

comments powered by Disqus